Fino 20.000 euro con prestito Inpdap per acquisto auto tasso agevolato

Prestiti Inpdap per acquisto auto nuova e usata

Prestito Inpdap per acquisto auto, cos’è e come ottenerlo? Il prestito Inpdap per acquisto auto è la tipologia di prestito dedicata a chi necessita di liquidità per provvedere all’acquisto di un automobile.

Si tratta di un prodotto che rientra nella categoria dei prestiti pluriennali ex Inpdap. Finanziamenti agevolati concessi dalla Gestione Dipendenti Pubblici ai propri iscritti al fine di agevolare dipendenti e pensionati ad affrontare spese importanti.

La somma massima finanziabile e la durata del piano di rimborso variano in base alla ragione per cui si richiede il finanziamento. A tal proposito si fa riferimento al Regolamento Prestiti Inps ex Inpdap, consultabile direttamente dal sito inps.it.

È il regolamento infatti a stabilire sia l’importo finanziabile che la durata del rimborso, per ogni finalità di spesa. Finalità tra le quali è previsto l’acquisto di un’auto.

Nello specifico, il prestito Inpdap per acquisto auto permette di ottenere somme fino a 20 mila euro da ripagare in 5 anni. Il rimborso avviene quindi con 60 rate a cadenza mensile. Il tasso di interesse è fisso al 3,5%.

Il finanziamento è basato sulla cessione del quinto. Questo significa che la rata periodica non può superare la quinta parte dello stipendio o della pensione mensile, al netto delle tasse. Le rate hanno importo costante. I pagamenti hanno inizio a partire dal secondo mese successivo all’erogazione del prestito.

 

Oltre al tasso di interesse, i beneficiari del prestito devono tener conto anche di altre voci di spesa. Al prestito auto Inpdap sono infatti applicati oneri amministrativi, pari allo 0,5% dell’importo, e il premio per il Fondo Rischi Inps. Quest’ultimo viene definito in base alla durata dell’ammortamento e all’età del richiedente.

I beneficiari del prestito Inpdap

Ma chi può ottenere il prestito Inpdap per acquisto auto? Come tutti i prestiti pluriennali, questo prodotto è dedicato esclusivamente a dipendenti e pensionati pubblici. Soggetti che ai fini dell’accesso al credito devono risultare iscritti ad un apposito Fondo credito dell’Inps, la Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

Pensionati e dipendenti pubblici che richiedono il finanziamento devono avere almeno 4 anni di anzianità contributiva presso la Gestione Unitaria. Necessaria anche un’anzianità di servizio utile alla pensione pari ad almeno 4 anni.

Sebbene la presenza di un contratto di lavoro non sia un requisito indispensabile, i dipendenti pubblici assunti con contratto a tempo determinato possono ottenere un prestito solo a determinate condizioni. È necessario infatti che il finanziamento sia estinguibile nell’arco di vigenza del contratto di lavoro.

Come richiedere il finanziamento acquisto auto

Passiamo infine alla questione della richiesta. La domanda di prestito auto deve essere redatta sugli appositi moduli prestampati, che possono essere scaricati direttamente dal sito ufficiale dell’Inps.

Al modulo di richiesta vanno allegati i seguenti documenti:

  • preventivo di spesa redatto da un concessionario auto;
  • autocertificazione in cui si attesta che l’automobile oggetto di prestito è l’unica di proprietà del richiedente.

Per la trasmissione della richiesta il pensionato pubblico deve utilizzare l’apposito servizio online, presente sul portale ufficiale dell’Inps (inps.it). I dipendenti pubblici invece devono rivolgersi all’Amministrazione di appartenenza.

 

Maggiori informazioni qui: