Tutte le indicazioni per il calcolo rata Piccolo prestito Inps ex Inpdap

Come effettuare il calcolo rata piccolo prestito Inps per dipendenti pubblici aggiornato al 2019? Dalla risposta a questo quesito l’utente può trovare molti riferimenti per rilevare le qualità del piano di ammortamento. Ma cosa fare per operare la simulazione online? Bastano pochi secondi, ecco come.

Il servizio per la simulazione online Piccolo prestito Inps ex Inpdap

Il calcolo rata piccolo prestito Inps ex Inpdap è un processo piuttosto banale in termini tecnici, si attua mediante le funzioni implementate su www.inps.it, all’interno della sezione “Tutti i servizi” (potrete trovare il link nella parte superiore dell’interfaccia del portale).

La funzionalità pertinente la simulazione online è “Gestione dipendenti pubblici: simulazione calcolo piccoli prestiti e prestiti pluriennali”.  Il calcolo richiede all’utente l’immissione dei propri dati, come ad esempio lo stipendio o l’importo del finanziamento.

L’Inps accorda all’utente tre sistemi di calcolo:

  • la simulazione base, compiuta rispetto allo stipendio netto e alla data di nascita dell’iscritto;
  • la simulazione per rata ideale, invece, richiede stipendio, data di nascita e appunto la rata desiderata;
  • la simulazione per importo implica la digitazione della somma auspicata, oltre a stipendio e data di nascita.

Se l’utente ha bisogno di rivolgersi all’Istituto, può ricorrere al Contact center ufficiale. Il numero verde, per la rete fissa, è 803 164, è disponibile anche lo 06 164 164 (per le chiamate da cellulare).

La richiesta online: il servizio per le domande di finanziamento

 

Consultando i servizi online del portale Inps (https://www.inps.it/), oltre al calcolo rata piccolo prestito Inps ex Inpdap, l’utente può avviare le procedure di richiesta. Il percorso da seguire è: Home/Prestazioni e Servizi/Piccolo prestito agli iscritti Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. Una volta raggiunta la pagina, sarà necessario un click sul pulsante “Accedi al servizio”.

Il dipendente pubblico o pensionato iscritto alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali deve disporre del PIN Inps per usare i servizi online avanzati.

Prestiti Inps 2019: dai tassi di interesse ai costi del Piccolo prestito ex Inpdap

Il regolamento istituisce i termini per completare il rimborso: si parte da una soglia di 12 mesi, ma l’iscritto può estinguere il debito in un massimo di 48 mesi.

La rata viene computata ricorrendo a un tasso di interesse fisso del 4,25%, che rende la proposta di finanziamento molto convincente. Restando nel merito degli elementi tecnici del piano di ammortamento, non possiamo trascurare le spese.

Il finanziamento è posto in relazione allo 0,50% per gli oneri amministrativi e a un premio attinente ai rischi di rimborso della linea di credito.

 

Maggiori informazioni qui: