Tutti i vantaggi di scegliere il mutuo ipotecario Inps 2020

Acquistare o costruire casa è il sogno degli italiani, per coronarlo in molti attivano i cosiddetti mutui prima casa. Competitivo, sostenibile rispetto al proprio reddito e in grado di coprire tutte le spese. Sono queste le priorità per i clienti, prerogative che ritroviamo nel mutuo ipotecario Inps 2020, il finanziamento che ti offre fino a 300mila euro a tassi tra i più vantaggiosi e piani di rimborso da 10 a 30 anni.

Gli utilizzi previsti per il mutuo Inps 2020: ecco le disposizioni del regolamento

Il mutuo ipotecario Inps 2020 non è uno dei tanti finanziamenti presentati dai tradizionali istituti di credito. È invece una proposta dell’Istituto nazionale della previdenza sociale, concepita per le necessità di dipendenti, con contratto a tempo indeterminato, e pensionati iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

Ci sono ben quattro scenari in cui l’iscritto può richiedere il mutuo:

  • nell’eventualità di acquisto della prima casa, da utilizzare come residenza per l’iscritto e relativo nucleo familiare. Il Regolamento consente richieste fino a 300mila euro.
  • Per opere di manutenzione, ma anche adattamento, ampliamento, trasformazione o ristrutturazione della prima casa. In questo caso la somma massima è il 40% rispetto al valore dell’abitazione. In ogni caso la domanda non potrà riguardare somme maggiori di 150mila euro.
  • È possibile utilizzare il mutuo anche per l’acquisto di un box auto. Il richiedente può ricevere fino a 75mila euro.
  • La quarta opzione interessa l’iscrizione e frequenza, da parte dell’iscritto o di un membro del nucleo familiare, a corsi universitari, post-laurea, master, conservatori musicali, accademie delle belle arti, istituti di formazione professionale. Gli importi accordati dall’ente previdenziale possono raggiungere i 100mila euro.

Tassi di interesse aggiornati di Inps mutuo dipendenti pubblici

E i tassi di interesse? Il mutuo ipotecario Inps 2020 consente al cliente di scegliere tra fisso e variabile. Nell’ipotesi di tasso fisso è previsto il metodo LTV, Loan To Value. Questo si basa sul rapporto tra due fattori chiave: l’entità del finanziamento accordato e il valore dell’abitazione.

Percentuale di intervento e durata articolano le diverse varianti di tasso di interesse fisso.

Durata

(fino a)   <= 50%               50% - 80%           > 80%

 

10 anni     1,15%                   1,33%               1,73%

15 anni     1,51%                   1,69%               2,20%

20 anni     1,65%                   1,83%               2,38%

25 anni     1,97%                   2,03%               2,65%

30 anni     1,97%                   2,03%               2,65%

Ci sono mutuatari che confidano nelle opportunità assicurate dal tasso di interesse variabile. Viene definito considerando l’Euribor a 3 mesi maggiorato di 200 punti base.

In una corretta e completa analisi del mutuo Inps vanno presi in considerazione i costi amministrativi, che incidono per lo 0,5%, trattenuti in forma anticipata.

Come richiedere il mutuo ipotecario? Ecco modalità e tempi

La richiesta del mutuo ipotecario Inps 2020 va inoltrata all’Istituto dal 15 gennaio al 10 ottobre. Per quanto riguarda la modalità, l’invio deve realizzarsi in forma telematica ricorrendo ai servizi digitali presentati dal sito www.inps.it.

 

Maggiori informazioni qui: