Cessione del quinto Sardegna per dipendenti e pensionati

Prestiti personali su cessione del quinto Sardegna

Il primo semestre del 2015 ha segnato la ripresa del mercato prestiti. Stando ai dati riportati dal “Barometro CRIF”, riferito ai primi sei messi dell’anno, le richieste di prestiti personali sono aumentate del 5% rispetto allo stesso periodo del 2014. Un dato che trova conferma in Sardegna, dove da gennaio a giungo le domande di prestiti personali hanno subito un incremento del 5,5%.

Ma come ottenere un prestito personale? I residenti a Sassari, Cagliari, Oristano, Nuoro e nelle altre regioni sarde che possono vantare un contratto di lavoro o una pensione possono ricorrere alla cessione del quinto.

Si tratta una particolare tipologia di prestito personale che prevede il rimborso del credito tramite decurtazione diretta della rata dallo stipendio o dalla pensione del beneficiario. La detrazione della rata avviene ad opera del datore di lavoro o dell’ente previdenziale, che si occupa anche di versarla alla banca creditrice.

Il piano di ammortamento è a rata costante e il tasso di interesse è fisso per tutta la durata del rimborso. Il contratto non può estendersi oltre 10 anni. Per la rata mensile inoltre è previsto un limite d’importo: non deve superare la quinta parte dello stipendio, o pensione, mensile al netto delle tasse. Da qui l’espressione “cessione del quinto”.

Come ottenere una cessione del quinto stipendio

 

Ma quali sono i requisiti per ottenere un prestito su cessione del quinto Sardegna? Per i lavoratori è dipendenti assunti presso un’azienda privata necessario un contratto di lavoro a tempo indeterminato e un’anzianità lavorativa minima, definita in base ai criteri imposti dalla compagnia assicurativa che eroga la polizza a copertura del prestito.

A tal proposito anche l’azienda presso cui è assunto il richiedente deve soddisfare alcuni criteri di ammissibilità stabiliti dalla compagnia di assicurazioni (ad esempio un numero minimo di dipendenti e un capitale sociale superiore ad un minimo stabilito).

I lavoratori pubblici invece possono accedere al credito anche se assunti con contratto a tempo determinato, ferma restando l’anzianità minima sopracitata. In questo caso inoltre il finanziamento deve essere estinguibile nell’arco di vigenza del contratto di lavoro. Per i pensionati invece è richiesta solo la presenza del trattamento previdenziale.

Cessione del quinto Sardegna: coperture assicurative e TFR

Sebbene non sia richiesta la presentazione di garanzie reali, il prestito su cessione del quinto trova una forma di garanzia nel TFR maturato dal dipendente, o nella pensione. Elementi attraverso i quali l’istituto di credito è tutelato a fronte del rischio di perdita del posto di lavoro, infortunio o morte del richiedente.

La normativa vigente prevede inoltre che, contestualmente alla stipula del finanziamento, il beneficiario stipuli anche un’assicurazione obbligatoria contro il rischio il vita e il rischio impiego (solo per i lavoratori dipendenti). Tale polizza deve garantire, in caso di mancato pagamento, la copertura dell’importo ancora dovuto eventualmente eccedente il TFR.

 

Maggiori informazioni qui: