Mutui Inpdap per dipendenti statali: cosa sono e come funzionano

La richiesta di un mutuo per l’acquisto della casa è un momento molto importante. Per questo motivo è necessario conoscere le caratteristiche dei piani più vantaggiosi, come per esempio i mutui Inpdap per dipendenti statali.

Mutui Inpdap: come funzionano

I mutui Inpdap per dipendenti statali sono piani ipotecari che consentono di accedere al credito per acquistare la prima casa d’abitazione, ristrutturare un immobile già esistente, costruire un box o un posto auto da considerare come pertinenza dell’abitazione e da erigere ad almeno 500 metri da essa.

Mutui per dipendenti statali

A chi sono riservati i mutui Inpdap per dipendenti statali? A tutti gli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali titolari di un contratto lavorativo a tempo indeterminato.

L’accesso ai mutui ipotecari Inps ex Inpdap è disponibile anche per i titolari di un trattamento pensionistico, a patto che siano in grado di vantare un’anzianità d’iscrizione alla Gestione superiore a un anno.

Nel caso del mutuo finalizzato all’acquisto di una casa, è bene ricordare che l’immobile in questione deve rappresentare la prima casa per l’iscritto o per un suo familiare stretto.

 

Fanno eccezione a questa regola i casi di immobili assegnati a coniugi separati, le situazioni degli iscritti intenzionati ad acquistare una casa per costruire un nucleo familiare distinto da quello genitoriale, gli immobili acquistati e siti ad almeno 150 km da altre case di proprietà.

I limiti finanziabili

I mutui Inpdap per dipendenti statali prevedono i seguenti limiti di finanziamento.

  • Mutuo finalizzato all’acquisto della prima casa: finanziamento massimo di 300.000€ (integrabili con ulteriori 6.000 per la copertura dell’assicurazione non obbligatoria).
  • Mutuo finalizzato alla ristrutturazione di un’unità immobiliare già esistente: finanziamento massimo di 150.000€ e, in ogni caso, mai superiore al 40% del valore dell’immobile secondo perizia.
  • Mutuo finalizzato alla costruzione di un box o di un posto auto da considerare come pertinenza dell’abitazione principale: limite di finanziamento pari a 75.000€.

Parliamo di tassi

Per quanto riguarda i tassi dei mutui Inpdap per dipendenti statali, è bene ricordare che il beneficiario ha la possibilità di scegliere tra le seguenti tipologie.

  • Tasso fisso: pari al 2,95% (modificato lo scorso 1° luglio)
  • Tasso variabile: valore da ricavare basandosi sull’Euribor 6 mesi, maggiorato di 200 punti base e calcolato su un lasso di tempo di 360 giorni.

Le domande per i mutui Inps ex Inpdap possono essere presentate esclusivamente per via telematizzata, dal 1° al 10 gennaio, dal 1° al 10 maggio e dal 1° al 10 settembre di ogni anno.

Dopo aver esaminato tutte le domande complete e aderenti ai requisiti, l’Ente procede alla redazione di una graduatoria.

 

Maggiori informazioni qui: