Scegli i mutui per ristrutturazione casa Inpdap e ottieni 150 mila euro

Ristrutturare con il mutuo prima casa Inpdap: fino a 150 mila euro a tasso agevolato

Il 2018 ha fatto registrare un trend positivo nel mercato immobiliare: salgono le compravendite e le ristrutturazioni, con un incremento dei mutui. A trainare la crescita delle richieste di finanziamenti per ristrutturazione sono le agevolazioni fiscali, confermate per il 2019. Detrazioni di cui possono usufruire anche i titolari di mutui per ristrutturazione casa Inpdap, linee di credito riservate a dipendenti e pensionati pubblici.

I mutui per ristrutturazione casa Inpdap sono tra le proposte più competitive del mercato: vantano tassi di interesse agevolati e prevedono la concessione di somme più alte rispetto a quelle mediamente accessibili tramite il tradizionale canale bancario.

Stando ai dati di un osservatorio di Facile.it relativo allo scorso anno, gli importi richiesti per i mutui ristrutturazione si attestano mediamente a 88.500 euro. Capitale che il richiedente si propone di rimborsare con un piano di ammortamento che va dai 15 ai 30 anni.

 

Ricorrendo ai mutui per ristrutturazione casa Inpdap è possibile ottenere quasi il doppio, poiché la somma massima fissata dall’Inps è di 150 mila euro. In merito al piano di rimborso, sono previste varie pezzature: 10, 15, 20, 25 o 30 anni. Le rate hanno cadenza semestrale e sono definite in base al tasso di interesse applicato, che può essere fisso o variabile.

Il pensionato o dipendente pubblico che richiede un mutuo a tasso variabile si vede applicato un Tan pari al valore dell’Euribor 3 mesi maggiorato di 200 punti base. Per la definizione del tasso il parametro di riferimento è l’Euribor 3 mesi calcolato su 365 giorni, che viene rilevato al 31 marzo, 30 giugno, 30 settembre o 31 dicembre. Il Tan dei finanziamenti a tasso fisso invece viene calcolato in base al metodo del loan to value.

Come richiedere il mutuo Inpdap prima casa 2019

La richiesta di finanziamento deve essere trasmessa per via telematizzata tramite il sito ufficiale dell’Inps. Indispensabile l’autenticazione con Pin Inps, chi non ne fosse in possesso può richiederlo presso una qualsiasi sede Inps, oppure seguendo la procedura guidata presente sul portale dell’ente.

L’Inps impone agli interessati di presentare la domanda di mutuo Inpdap 2019 dal 15 gennaio al 10 ottobre. Eventuali richieste inoltrate oltre tali termini non verranno prese in esame. Ai fini dell’accesso al credito è necessaria l’iscrizione alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali dell’Inps. Per maggiori informazioni vi rimandiamo al sito ufficiale dell’Istituto di previdenza.

 

Maggiori informazioni qui: