Guida alla surroga mutuo Inpdap documenti e domanda online

Come funziona la surroga mutuo Inpdap 2019

La surrogazione o portabilità è il procedimento che consente di trasferire il mutuo in corso presso una nuova banca. Lo scopo, dal punto di vista del debitore, è ottenere condizioni più favorevoli per il rimborso del capitale. La surroga consente infatti di modificare durata del piano di ammortamento, importo e frequenza delle rate, e tutte le condizioni del rimborso. Particolarmente vantaggiosa è la surroga presso l’Inps, vediamo quindi come richiedere la surroga mutuo Inpdap documenti da presentare e procedure.

La surroga mutuo Inpdap permette al dipendente o pensionato pubblico di ottenere l’applicazione delle condizioni agevolate previste per i mutui Inps ex Inpdap. Come stabilisce la normativa vigente, la surroga di un mutuo consente la modifica delle condizioni di rimborso, ma non una nuova iniezione di liquidità. In altre parole, non è possibile aumentare l’importo del mutuo. Il debito residuo rimane lo stesso.

Requisiti e presentazione della richiesta surroga mutuo Inpdap

Ma come richiedere la surroga mutuo Inpdap? L’istanza di surrogazione va presentata con la stessa procedura prevista per la richiesta dei mutui ipotecari Inps ex Inpdap. La presentazione della domanda avviene per via telematizzata, utilizzando i servizi online messi a disposizione dall’Inps.

 

Ricordiamo che hanno accesso alla surroga Inps ex Inpdap esclusivamente i dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, con un'anzianità di iscrizione pari ad almeno un anno.

La domanda compilata in ogni parte può essere inviata dal 15 gennaio al 10 ottobre di ogni anno. Per la surroga mutuo Inpdap documenti necessari sono i seguenti:

  • copia digitalizzata dell'attestazione dell’istituto di credito relativa al debito residuo vantato nei confronti del dipendente/pensionato pubblico;
  • dichiarazione sostitutiva di atto notorio resa dal richiedente;
  • copia del contratto di acquisto dell’immobile per cui è stato sottoscritto il finanziamento oggetto della surroga;
  • copia digitalizzata del documento di identità del dichiarante;
  • perizia tecnica-estimativa eseguita da parte dell’ufficio tecnico centrale e degli uffici tecnici regionali dell’Inps;
  • copia digitalizzata dell'atto di finanziamento del mutuo con l’istituto di credito.

Le richieste di surroga sono esaminate dall’Inps nello stesso ordine di quelle relative alla concessione dei mutui ipotecari e concorrono alla formazione di un’eventuale graduatoria.

 

Maggiori informazioni qui: