Tutti gli aggiornamenti sui tassi interesse mutui Inps

Prima della stipula di un mutuo devono essere considerate le condizioni riportate nei termini contrattuali. Quali sono quindi i tassi interesse mutui Inps 2018? Scopriamo i particolari di questi finanziamenti rivolti agli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

Qual è il tasso di interesse 2018 relativo ai mutui ex Inpdap? Tutti i dettagli

L’analisi del piano di ammortamento è un’operazione irrinunciabile quando si vuole attivare una qualunque linea di credito, soprattutto se si tratta di un mutuo.

I tassi interesse mutui Inps 2018 sono molto concorrenziali. Per quanto riguarda quello fisso, abbiamo un tasso stabilito in base al parametro LTV (loan to value).

Il tasso fisso viene deciso a seconda del rapporto tra mutuo e valore dell’immobile. Vediamo quali sono i valori che può assumere il tasso:

Durata (fino a) <= 50% 50% - 80% > 80%
10 anni 1,15% 1,33% 1,73%
15 anni 1,51% 1,69% 2,20%
20 anni 1,65% 1,83% 2,38%
25 anni 1,97% 2,03% 2,65%
30 anni 1,97% 2,03% 2,65%

L’altro tasso da considerare è quello variabile. A quanto ammonta? Corrisponde all’Euribor a 6 mesi, computato su 360 giorni, maggiorato di 200 punti base.

In tema di condizioni contrattuali devi inoltre vagliare l’incidenza delle spese. L’Inps prevede infatti delle spese, relative agli aspetti amministrativi, che corrispondono a una percentuale dello 0,50%.

I requisiti, gli importi e la simulazione mutuo online Inpdap

 

I tassi interesse mutui Inps non sono il solo aspetto rilevante per chi è interessato a questo genere di finanziamenti ex Inpdap. Va, ad esempio, preso anche atto dei requisiti.

I mutui sono concepiti per gli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, intesi come assunti a tempo indeterminato e pensionati.

Le cifre erogate cambiano a fronte della ragione alla base della richiesta. Nell’eventualità di acquisto o costruzione della prima casa, puoi ricevere fino a 300mila euro.

Per ristrutturazione, manutenzione, adattamento, ampliamento o trasformazione, l’Inps permette di conseguire fino al 40% del valore dell’abitazione (prima casa), nel limite dei 150mila euro.

Sono disponibili invece fino a 75mila euro per un box o posto auto. Sul piano della durata, il progetto di rimborso varia da 10 a 30 anni.

Usando i servizi online del portale dell’Istituto nazionale della previdenza sociale è possibile compiere il calcolo online del mutuo, in questo articolo troverai tutte le indicazioni di cui hai bisogno. Sempre tra i servizi online è presente quello di richiesta del mutuo.

 

Maggiori informazioni qui: