Cosa sapere sull’acquisto casa all’asta con mutuo

Come comprare casa all’asta con il mutuo al 100%

Acquistando una casa all’asta è possibile risparmiare fino al 35% sul prezzo del mercato. Si tratta di una procedura particolarmente vantaggiosa non solo dal punto di vista della convenienza, ma anche in termini di velocità. Il procedimento relativo all’acquisto di una casa all'asta con mutuo comprende le spese di perizia, ma non sono previste spese notarili per l’acquirente.

Allo stesso modo non sono pagate provvigioni ad alcuna agenzia immobiliare, poiché la compravendita della casa avviene nell’ambito di una causa legale. E se questo da un lato è un vantaggio, dall’altro rappresenta un ostacolo perché impone la disponibilità di una liquidità consistente.

Proprio questa ragione, quando si sta per acquistare una casa all’asta e non si ha il denaro necessario bisogna rivolgersi ad una banca o finanziaria che eroga mutui ad hoc.

Case all’asta con mutuo prima casa: caratteristiche e condizioni del finanziamento

 

I finanziamenti dedicati a chi desidera acquistare una casa all'asta con mutuo coprono anche il 100% del valore immobiliare. Una differenza sostanziale rispetto ai mutui ipotecari tradizionali, che solitamente prevedono la concessione di somme pari al massimo all’80% del valore dell’immobile periziato.

Questo accade perché molto spesso il prezzo di aggiudicazione risulta più basso del valore di perizia dell’immobile.

In quanto alla richiesta di finanziamento, nella domanda vanno specificate le informazioni reddituali e le garanzie fornite dal richiedente. È necessario anche presentare la documentazione relativa al bando d’asta di interesse, ossia quello a cui si desidera prendere parte. Sono indispensabili: la relazione notarile preliminare una copia del bando di partecipazione e la perizia tecnico-immobiliare.

Ricordiamo infine che anche acquistando la casa all’asta, se l’immobile è la residenza principale e l’unica abitazione di proprietà si ha diritto alle agevolazioni fiscali per la prima casa. Nel caso in cui l’importo finanziato non copra l’intero valore dell’immobile, il mutuatario deve provvedere al pagamento della restante quota con le proprie sostanze.

 

Maggiori informazioni qui: