Come chiedere un mutuo: la procedura da segurie

Come chiedere un mutuo in banca

I mutui sono una delle principali forme di finanziamento utilizzate in Italia per sostenere progetti che comportano un importante esborso economico. A differenza di quanto poterebbe sembrare però richiedere un mutuo non è un'operazione complessa. Basta conoscere alcune procedure per ottenere un finanziamento in breve tempo e senza correre il rischio di vedersi rifiutare la domanda. Vediamo quindi come richiedere un mutuo.

Prima di concedere un mutuo, la banca prende in considerazione diversi elementi. Innanzitutto è fondamentale le che il richiedente rispetti i criteri anagrafici, ed abbia quindi almeno 18 anni. L’età massima invece viene calcolata da ogni istituto in base a criteri propri e alla tipologia del prodotto finanziato. In ogni caso di solito si aggira attorno ai 70 anni.

Richiesta mutuo: requisiti e documentazione necessaria

Il richiedente deve essere cittadino italiano, oppure un cittadino straniero residente in Italia da almeno 3 anni. Altro fattore fondamentale è rappresentato dai requisiti economici. Ciò significa che il mutuo richiesto deve essere sostenibile per il richiedente, che deve quindi essere in possesso di mezzi di finanziamento per pagare le rate del mutuo.

Ma come chiedere un mutuo? Quali passi compiere? Una volta individuata la banca e il prodotto di suo interesse, il richiedente deve compilare un modulo di domanda contenente numerose informazioni personali, in modo che la banca possa avere un’idea chiara del suo profilo creditizio. Solo a questo punto l’istituto potrà esprimere un primo parere di fattibilità.

 

In caso di esito positivo, la banca richiede una documentazione standard, ossia documenti anagrafici, reddituali e relativi alle eventuali proprietà immobiliari del cliente. I documenti da presentare cambiano in base alla categoria di lavoratori cui appartiene il cliente.

I lavoratori dipendenti devono produrre l’ultima busta paga, il Cud e una dichiarazione del datore di lavoro che attesti l’anzianità di servizio, mentre per gli autonomi sono richiesti l’estratto della Camera di Commercio e copia del modello Unico.

Come chiedere un mutuo: fattibilità del mutuo e SIC

È necessario precisare che la fattibilità del mutuo dipende, oltre che dall’importo richiesto, dalle garanzie presentate e dalle eventuali segnalazioni collezionate dal richiedente nei database del SIC. Ogni volta che si ottiene un prestito, infatti, la banca invia al SIC tutte le informazioni relative al rapporto (importo, piano di rimborso, ecc.) e segnala la frequenza di rimborso del cliente, ovvero se è puntale, in ritardo di alcune rate o moroso.

Di solito i soggetti segnalati come cattivi pagatori, protestati o pignorati incontrano difficoltà nell’accesso al credito, ma possono comunque ricorrere a finanziamenti su cessione del quinto dello stipendio o cambializzati. Due tipologie di prestiti che non tengono conto del passato creditizio del debitore.

 

Maggiori informazioni qui: