Come funziona l’ estinzione anticipata mutuo Inpdap per l’abitazione principale

Estinzione anticipata mutuo Inps Inpdap prima casa

È il momento giusto per l’acquisto della prima casa: le politiche espansive della Banca Centrale Europea hanno condotto a una drastica riduzione dei tassi, mentre alla surroga si deve un incremento della competitività. Se il mutuatario è dipendente o pensionato pubblico, può godere di un’altra agevolazione, il mutuo ex Inpdap Inps, prodotto destinato all’abitazione principale. Vediamone le caratteristiche e come funziona l’ estinzione anticipata mutuo inpdap.

Identifichiamo anzitutto la platea dei beneficiari, ossia dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. Il richiedente deve essere iscritto e aver corrisposto la relativa contribuzione da almeno un anno. Per i dipendenti è previsto un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Trattandosi di un prodotto finanziario rivolto all’acquisto dell’abitazione principale, nel nucleo familiare del mutuatario (dipendente o pensionato incluso) non ci possono essere persone che dispongono di abitazioni nel nostro Paese. Vi sono alcune eccezioni, ma risultano molto limitate (come, ad esempio, il possesso di quote di proprietà).

Condizioni, tassi e richiesta mutuo ipotecario Inpdap 2018

Le somme accordate dall’Inps Gestione Dipendenti Pubblici (struttura che gestisce le funzioni ex Inpdap, ente previdenziale soppresso) possono toccare i 300 mila euro, con piani di rimborso strutturati in un minimo di 10 e un massimo di 30 anni.

L’invio della richiesta si realizza online e prevede il possesso del Pin, codice di identificazione rilasciato dall’Inps. Vanno utilizzati i servizi online del portale inps.it. Il soggetto interessato al mutuo deve inoltre tenere presenti alcuni vincoli che interessano i periodi utili all’invio della domanda: i primi dieci giorni di gennaio, maggio o settembre.

 

Per quanto riguarda invece i tassi di interesse abbiamo due alternative:

  • il tasso fisso prevede l’applicazione di un Tan costante per tutto il periodo di rimborso e definito con il metodo del loan to value (LTV);
  • con il tasso variabile, invece, è applicato un tasso pari all’Euribor a 6 mesi, maggiorato di 200 punti.

Richiesta e simulazione estinzione anticipata del mutuo

Entriamo quindi nel vivo della questione estinzione anticipata mutuo Inpdap. L’articolo 23 del Regolamento Mutui Inpdap (pagina 20) riporta esplicitamente l’opportunità, per il mutuatario, di estinguere, in misura parziale o integrale, il mutuo. Estinzione che si realizza tramite il pagamento del capitale in un’unica soluzione e non prevede nessuna penale.

Una volta eseguita l’estinzione completa del mutuo, il beneficiario della linea di credito può procedere alla vendita. Ricordiamo che sul sito ufficiale dell’Inps è presente un servizio che consente di simulare l’ estinzione anticipata mutuo inpdap in corso.

Il servizio è accessibile tramite autenticazione con il Pin Inps. per raggiungere l’applicazione è necessario collegarsi con il sito ufficiale dell’Inps e fare click sul collegamento Tutti i servizi. A questo punto si dovranno filtrare i servizi per tema, scegliendo la voce Mutui dall’apposito campo. Il servizio da utilizzare per simulare l’estinzione anticipata è denominato Gestione dipendenti pubblici: simulazione piano di ammortamento mutui ipotecari.

Se avete bisogno di maggiori dettagli sulle norme che regolano l’erogazione del mutuo ex Inpdap, vi invitiamo a visitare la nostra sezione Regolamento mutuo . Ricordiamo infine che il Regolamento Mutui Inpdap, contenente le norme che regolano concessione e rimborso dei mutui ipotecari prima casa, può essere consultato integralmente sul sito ufficiale dell’Inps.

 

Maggiori informazioni qui: