Mutui Inpdap 2019 prima casa: Tutte le novità, la simulazione e gli utilizzi

Il processo di acquisto di un’abitazione coinvolge importi elevati che di frequente corrispondono a varie centinaia di migliaia di euro. Cifre cui è difficile far fronte, in modo integrale, con i propri risparmi. I mutui Inpdap 2019 forniscono fino a 300mila euro, presentati a dei tassi tra i più bassi del settore, a dipendenti pubblici e pensionati.

Acquisto prima casa? Con i finanziamenti ex Inpdap Inps 2019

L’Inps, nonostante la cessazione delle attività Inpdap, propone vari finanziamenti ex Inpdap. Sono offerte per dipendenti pubblici e pensionati iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

I mutui Inpdap 2018 hanno particolari requisiti, il lavoratore deve avere un contratto a tempo indeterminato ed è richiesta una anzianità di iscrizione di almeno un anno.

Ci sono tre principali utilizzi: costruzione, acquisto e ristrutturazione della prima casa (non di lusso). La cifra massima, inerente all’acquisto o costruzione, è 300mila euro.

L’iscritto può utilizzare il mutuo per un box o posto auto, la cifra più elevata conseguibile corrisponde a 75mila euro. La durata del rimborso parte dai 10 ma può raggiungere i 30 anni.

Nuovi tassi 2019, ecco cosa cambia

Addentriamoci in uno degli aspetti fondanti del piano di rimborso, ovvero il tasso di interesse. Qual è il suo valore? Dipende dalla tipologia di tasso.

 

Sottoscrivendo una proposta a tasso fisso, il tasso è sancito dal rapporto tra il valore del mutuo e quello della casa. Il sistema impiegato per il calcolo è il loan to value.

Riepiloghiamo di seguito, in dettaglio, tutti valori che può assumere il tasso fisso.

Durata (fino a) <= 50% 50% - 80% > 80%
10 anni 1,15% 1,33% 1,73%
15 anni 1,51% 1,69% 2,20%
20 anni 1,65% 1,83% 2,38%
25 anni 1,97% 2,03% 2,65%
30 anni 1,97% 2,03% 2,65%

L’altra opzione corrisponde al tasso variabile che viene determinato dall’andamento dell’Euribor a 6 mesi maggiorato di 200 punti base.

Quest’ultimo tasso è indicato solo a quanti hanno una capacità reddituale in grado di farsi carico di eventuali rincari della rata. Ci sono ovviamente anche significative opportunità di risparmio, determinate dall’andamento dell’Euribor.

Simulazione online mutui ex Inpdap e invio della domanda: cosa fare

Come richiedere i mutui Inpdap 2019? L’iscritto invierà la domanda via Web, attraverso il portale https://www.inps.it. Da questo andrà fatto click sul link “Tutti i servizi”. Tra i servizi dovrà essere fatto un nuovo click su “Domande Mutui Ipotecari Edilizi”.

Nell’elenco dei servizi c’è anche quello relativo al calcolo online che permette di conoscere i dettagli del proprio piano di rimborso. Il nome del servizio è “Gestione dipendenti pubblici: simulazione piano di ammortamento mutui ipotecari”.

 

Maggiori informazioni qui: