Mutui Inpdap nuovi tassi 2016: perché convengono

Informarsi su mutui Inpdap nuovi tassi 2016 è fondamentale se si vuole chiedere un finanziamento ipotecario per l’acquisto della prima casa, per la ristrutturazione di un immobile già esistente o per la costruzione di un box o un posto auto.

Mutui Inpdap: che cosa sono?

Prima di approfondire la questione dei mutui Inpdap nuovi tassi 2016 è bene concentrarsi sulla natura di questi finanziamenti. Che cosa sono? I mutui Inps ex Inpdap sono prestazioni economiche di natura ipotecaria forniti agli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, sia lavoratori sia pensionati.

Come già ricordato, grazie ai mutui Inpdap è possibile richiedere un finanziamento per l’acquisto della prima casa, per la ristrutturazione di un immobile o per la costruzione di un box o posto auto da considerare come pertinenza dell’abitazione.

Mutui Inps ex Inpdap: quanto si può chiedere?

Quanto si può chiedere con i mutui Inps ex Inpdap? Approfondire questo aspetto è fondamentale se si vuole avere le idee chiare anche su mutui Inpdap nuovi tassi. Ecco le regole per quanto riguarda i limiti di finanziamento:

  • Mutuo finalizzato all’acquisto della prima casa: limite massimo finanziabile pari a 300.000€, integrabili con ulteriori 6.000 a copertura delle spese assicurative non obbligatorie.
  • Mutuo finalizzato alla ristrutturazione di un immobile già esistente: limite massimo finanziabile pari a 150.000€ (la cifra complessiva non può mai superare il 40% del valore dell’immobile secondo perizia).
  • Mutuo finalizzato alla costruzione di un box o di un posto auto, da erigere ad almeno 500 metri dall’abitazione principale: limite massimo finanziabile pari a 75.000€.

Mutui Inpdap nuovi tassi 2016: ecco cosa sapere

Arriviamo ora a parlare di mutui Inpdap nuovi tassi 2016. I mutui Inps ex Inpdap possono essere sia a tasso fisso, sia a tasso variabile. Nel primo caso il valor del tasso d’interesse, oggetto di modifiche il 1° luglio 2015, è pari al 2,95%.

 

Il tasso variabile, modificato lo scorso mese di ottobre in seguito a una determinazione del Presidente dell’Ente, è invece da ricavare sulla base dell’Euribor 6 mesi, maggiorato di 200 punti e calcolato su un lasso di tempo di 360 giorni.

Mutuo Inpdap: come fare domanda

Sono tanti gli utenti che hanno dubbi su come fare domanda per l’accesso ai mutui Inps ex Inpdap e, per questo, dopo le informazioni su mutui Inpdap nuovi tassi diamo qualche specifica.

Le domande per i mutui ipotecari Inps ex Inpdap devono essere inoltrate esclusivamente per via telematizzata dal 1° al 10 gennaio, dal 1° al 10 maggio e dal 1° al 10 settembre di ogni anno, avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta (pena l’esclusione anche se il richiedente possiede tutti i requisiti).

Le domande complete di tutta la documentazione vengono accolte sulla base della disponibilità finanziaria della Direzione Regionale competente.

Quando non è possibile soddisfare tutte le richieste si procede alla redazione di una graduatoria, considerando come criteri principali il reddito del richiedente e la composizione del nucleo familiare.

 

Maggiori informazioni qui: