Mutui Inps ex Inpdap 2016: acquista prima casa a Tan agevolato

Cosa sono i mutui Inps ex Inpdap 2016

I mutui Inps ex Inpdap 2016 rappresentano un canale di accesso al credito agevolato per dipendenti e pensionati del comparto pubblico. Concessi per far fronte a specifiche esigenze, questi finanziamenti prevedono condizioni migliori rispetto alle offerte reperibili nel tradizionale circuito bancario. Ma vediamo nel dettaglio quali sono le finalità e gli importi finanziabili previsti.

Con l’entrata in vigore del nuovo regolamento, i mutui Inps ex Inpdap 2016 prevedono tre categorie di interventi:

  • acquisto o costruzione in proprio della prima casa: importo massimo finanziabile 300 mila euro.
  • Esecuzione di opere di manutenzione, ampliamento, trasformazione o ristrutturazione della prima casa: importo massimo finanziabile pari al 40% del valore immobiliare (entro il limite massimo di 150 mila euro).
  • Acquisto o costruzione di un box o posto auto, da adibire a pertinenza della casa di residenza (distanza massima 500 metri): somma massima finanziabile 75 mila euro.

Inps ex Inpdap mutui prima casa: requisiti e condizioni

Va tuttavia precisato che, oltre al capitale stanziato per finanziare l’intervento, il beneficiario del mutuo può ottenere una somma aggiuntiva, fino a 6 mila euro, con la quale far fronte alle spese relative alla copertura assicurativa facoltativa del mutuo. In ogni caso non è possibile superare la soglia massima fissata dal regolamento mutui Inps.

 

Per quanto riguarda l’interesse, il beneficiario del finanziamento può scegliere tra tasso fisso o variabile. Nel primo caso è previsto un tan pari al 2,95%, mentre chi sceglie un mutuo a tasso variabile ottiene un tasso pari all'Euribor a 6 mesi (calcolato su 360 giorni) maggiorato di 200 punti base. La durata può estendersi fino a 30 anni.

Ma chi può richiedere i mutui Inps ex Inpdap 2016? La prestazione è riservata ai dipendenti e pensionati della Gestione Dipendenti Pubblici dell’Inps iscritti da almeno un anno alla Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali. Per i lavoratori in attività di servizio è richiesta la presenza di un contratti di lavoro a tempo indeterminato.

Inps ex Inpdap mutui ipotecari: come presentare domanda online

Ai fini dell’accesso al credito è fondamentale che né l’iscritto né gli altri componenti dei suo nucleo familiare risultino proprietari di un’altra abitazione sita sul territorio nazionale. Ricordiamo inoltre che i mutui Inps ex Inpdap 2016 sono concessi solo per interventi su immobili che non rientrino nella categoria catastale delle abitazioni di lusso.

La domanda deve essere redatta sull’apposito modulo online inviata per via telematizzata nelle finestre temporali stabilite dall’ente, ossia dal 1° al 10 gennaio, dal 1° al 10 maggio e dal 1° al 10 settembre di ogni anno.

 

Maggiori informazioni qui: