Prestiti Italia, nel 2019 aumentano le richieste di credito

Salgono le richieste di prestiti e mutui casa

Salgono le richieste di prestiti Italia. Secondo il barometro CRIF, le istanze di finanziamento avanzate dalle famiglie sono cresciute. A settembre 2019 si è registrato un aumento del 2,5% rispetto allo stesso mese del 2018.

A cosa si deve questo incremento? Senza dubbio ha inciso la decisione della BCE di tagliare il costo del denaro, riducendo i tassi di interesse applicati sui depositi. Questo ha senza dubbio incentivato le richieste di mutuo surroga, che nel terzo trimestre dell’anno sono sensibilmente aumentate (si stima un’accelerazione del 68%).

Anche i finanziamenti ipotecari sono in crescita, dopo un trimestre decisamente negativo. Le richieste di mutuo sono salite dell’1% su base annua e l’importo medio richiesto dagli italiani sale del 4,7%. Per i mutui casa si aggira intorno ai 130 mila euro. Più bassi gli importi relativi ai mutui di sostituzione, che corrispondono a circa il 25% delle richieste totali.

 

In merito alla durata del piano di ammortamento, il periodo di rimborso preferito dagli italiani va dai 16 ai 20 anni. Il 25% delle richieste di prestiti Italia finalizzati all’acquisto della casa ha riguardato mutui di questa durata. Il residuo 75% ha interessato piani di ammortamento superiori ai 15 anni.

Passiamo al profilo dei richiedenti, sempre più istanze (circa il 30%) arrivano da under 35. I giovani stanno infatti approfittando dei tassi favorevoli applicati in questo periodo. Stabile la quota di richiedenti con età compresa tra 35 e 44 anni, corrispondente al 34% delle istanze presentate.

Più richieste di finanziamenti finalizzati e meno prestiti personali

In crescita anche le domande dei prestiti che sono finalizzati all'acquisto di auto ed elettrodomestici. Fanno infatti registrare un incremento di oltre il 5%. Negativo invece il trend dei prestiti personali, ossia quelli per cui non è prevista una finalità specifica, pari al -1% rispetto a settembre 2018.

La somma media richiesta dalle famiglie è di circa 9.240 euro. Per quanto attiene invece le fasce di importo, crescono dell’1,3% i prestiti con importi al di sotto dei 5 mila euro, che sono la maggioranza di quelli richiesti. I finanziamenti con importi superiori a 5 mila euro presentano invece un calo dell’1,3%.

 

Maggiori informazioni qui: