Successione mutuo Inpdap online: ecco come presentare domanda

Come funziona la successione dei mutui Inpdap 2018

I mutui Inpdap sono una forma di finanziamento agevolato riservata a dipendenti e pensionati pubblici. Erogati dall’ente previdenziale Inps, tramite un apposito fondo credito ex Inpdap, hanno lo scopo di aiutare gli appartenenti al settore pubblico e le loro famiglie ad affrontare spese importanti. Ragione per cui è possibile richiedere la successione mutuo Inpdap.

Si tratta di un’ipotesi senza dubbio spiacevole da considerare, ma che permette ai familiari del mutuatario di conservare i vantaggi del mutuo agevolato anche dopo la sua morte. I finanziamenti ex Inpdap infatti sono accessibili solo agli iscritti alla Gestione Dipendenti Pubblici Inps.

Di conseguenza, in caso di morte del mutuatario, i familiari superstiti non potrebbero ottenere queste vantaggiose linee di credito, a meno di non essere a loro volta dipendenti o pensionati pubblici.

Procedura per la richiesta online

 

Ma come richiedere la successione mutuo Inpdap? La domanda di successione deve essere inviata online, utilizzando l’apposito servizio online presente sul sito ufficiale dell’Inps.

Per accedervi è necessario collegarsi con il portale inps.it e dalla home page selezionare il collegamento Tutti i servizi, posto in alto a sinistra. L’utente viene quindi rimandato in una pagina in cui sono indicati tutti i servizi accessibili dal sito. Per trovare quello di nostro interesse è necessario filtrare i risultati per tema, scegliendo dall’apposito filtro la voceMutui.

L’applicazione di nostro interesse è denominata Domande Mutui Ipotecari Edilizi. Per la trasmissione della domanda è necessario il Pin Inps. Quanti non sono in possesso del codice possono richiederlo direttamente online tramite il sito inps.it, seguendo la procedura guidata per la richiesta, oppure presso una sede Inps.

Possono presentare domanda per la successione del mutuo il coniuge o i figli superstiti (in mancanza del coniuge). In caso di richiesta presentata da un figlio minore, sarà il tutore designato dal tribunale a doversi collegare con il sito Inps per l’invio della domanda. E sempre a lui sarà intestato il mutuo, fino alla maggiore età del ragazzo.

 

Maggiori informazioni qui: