Inpdap cessione del quinto: di cosa si tratta e come richiederla

La richiesta di prestiti è sempre più frequente e ha visto negli ultimi anni una crescita di Inpdap cessione del quinto, una modalità di prestito molto comoda dal punto di vista della gestione.

Inpdap cessione del quinto dello stipendio: tutte le informazioni

Quando parliamo di Inpdap cessione del quinto inquadriamo una tipologia di prestito che consente ai lavoratori dipendenti statali e della pubblica amministrazione di richiedere un prestito rimborsabile tramite la trattenuta della quinta parte della busta paga.

La cessione del quinto dello stipendio è un prestito personale, che non necessita quindi della presentazione di un giustificativo delle spese effettuate con la cifra ricevuta.

Inpdap cessione del quinto della pensione: ecco come funziona

Inpdap cessione del quinto è un prestito che può essere richiesto anche dai pensionati iscritti alla Gestione dipendenti pubblici.

Come funziona? Il soggetto interessato può presentare direttamente la domanda presso un istituto di credito o un intermediario finanziario - l’Inps ex Inpdap consente di avvalersi di diverse convenzioni per usufruire di tassi vantaggiosi - avendo cura di allegare tutti i documenti di riconoscimento e la Comunicazione di Quota Cedibile.

Importante è ricordare che, in caso di trattamenti pensionistici particolarmente bassi, scatta la salvaguardia della pensione minima, caso in cui la quota cedibile può essere inferiore alla quinta parte del trattamento pensionistico.

I principali vantaggi

 

La richiesta di un prestito Inpdap cessione del quinto presenta vari vantaggi. Quali sono? Prima di tutto la possibilità di ottenere credito senza presentare garanzie di natura reale o immobiliare (è la ricezione stessa di una busta paga o di un trattamento pensionistico a rappresentare una garanzia di solvibilità).

In secondo luogo ricordiamo la comodità della trattenuta a monte della rata mensile, il che toglie al beneficiario del prestito l’incombenza di ricordare il pagamento di mese in mese.

I tassi: cosa sapere

Cosa sapere su Inpdap cessione del quinto tassi? Che questo valore può cambiare a seconda dell’istituto di credito o della società finanziaria a cui l’iscritto si rivolge per la ricezione del prestito.

In ogni caso è utile ricordare che i prestiti contro cessione del quinto dello stipendio o della pensione sono caratterizzati da un tasso fisso per tutta la durata del finanziamento, che può essere particolarmente basso in caso di convenzioni specifiche tra l’Inps e realtà creditizie esterne.

Un caso particolare è invece quello dei prestiti pluriennali Inps ex Inpdap, gestiti direttamente dall’Ente e rimborsabili attraverso la cessione della quinta parte dello stipendio o del trattamento pensionistico.

In questo caso il tasso è sempre fisso per tutta la durata del finanziamento e pari al 3,50% (da considerare anche le spese amministrative, corrispondenti allo 0,50% della cifra erogata, e il contributo fondo rischi, che varia sulla base dell’età del richiedente al momento di inizio e a quello di fine del contratto).

 

Maggiori informazioni qui: