Inpdap prestito Inps: requisiti, condizioni e richiesta

Prestiti Inpdap Inps 2017: com’è strutturata l’offerta

Con la soppressione dell’Inpdap tutte le prestazioni dedicate a dipendenti e pensionati della Pubblica Amministrazione sono passate di competenza della Gestione Dipendenti Pubblici dell’Inps. Ufficio che si occupa di erogare ed amministrare tutte le prestazioni ex Inpdap, tra cui troviamo i finanziamenti Inpdap prestito Inps.

Si tratta di finanziamenti a tasso di interesse agevolato dedicati a dipendenti e pensionati pubblici. L’offerta Inps Inpdap prestito si divide in due tipologie di finanziamenti: i piccoli prestiti e i prestiti pluriennali. I piccoli prestiti rientrano nella categoria dei prestiti personali, mentre i prestiti pluriennali sono finanziamenti finalizzati ossia legati all’acquisto di un determinato bene o servizio.

Piccoli prestiti Inpdap e prestiti pluriennali: requisiti e condizioni contrattuali

Ma chi può richiedere un prestito Inpdap Inps? I piccoli prestiti sono accessibili a tutti i dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, Fondo credito dell’Inps attraverso il quale sono erogati i prestiti ex Inpdap.

Per i prestiti pluriennali invece è necessario poter vantare anche 4 anni di versamento contributivo presso la Gestione unitaria e almeno quattro anni di anzianità di servizio utile alla pensione.  Per i lavoratori in attività di servizio è richiesta anche un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Per quanto riguarda le modalità di rimborso del finanziamento, la restituzione del credito avviene tramite un piano di ammortamento a rate mensili, decurtate direttamente dalla pensione o dallo stipendio del beneficiario del prestito.

Come presentare richiesta dei prestiti Inpdap 2017

 

Nello specifico i piccoli prestiti possono avere una durata di 1, 2, 3 o 4 anni mentre i prestiti pluriennali possono essere quinquennali o decennali. Per i primi l’importo finanziabile varia a seconda della durata del finanziamento (per ogni anno si può ottenere una somma pari a due mensilità medie nette percepite dal richiedente).

Per i prestiti pluriennali invece la somma finanziabile è definita a seconda della finalità del prestito. I tassi di interesse sono rispettivamente 3,5% per i prestiti pluriennali e 4,25% per i piccoli prestiti.

Per quanto riguarda la richiesta di credito, la domanda Inpdap prestito Inps può essere redatta negli appositi moduli, disponibili in formato Pdf nella sezione Modulistica del sito Inps. Le domande devono essere presentate esclusivamente per via telematizzata.

I dipendenti pubblici in attività di servizio possono inoltrare la richiesta per il tramite dell’Amministrazione di appartenenza. I pensionati pubblici invece possono scegliere se presentare la domanda Inpdap prestito online, accedendo all’Area riservata del sito Inps, oppure rivolgendosi al Contact Center dell’Inps o a un Patronato.

Ricordiamo che per utilizzare il servizio di invio domanda online è necessario essere in possesso del Pin Inps dispositivo, un codice univoco attraverso il quale l’Inps identifica l’utente e gli consente di accedere ai servizi lui riservati.

 

 

Maggiori informazioni qui: