Piccolo prestito Inpdap: cos’è e come ottenerlo

Cos è il piccolo prestito

La gestione dipendenti pubblici dell'Inps, concede a pensionati e dipendenti della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali linee di credito a condizioni agevolate.

Caratterizzati da tassi di interesse particolarmente bassi rispetto a quelli di mercato, i finanziamenti Inpdap si dividono in: piccoli prestiti, prestiti pluriennali e mutui ipotecari. I prestiti pluriennali rientrano nella categoria dei prestiti finalizzati e sono quindi concessi solo a fronte di una documentata esigenza di credito. I mutui ipotecati sono invece erogati per l'acquisto di un immobile non di lusso, destinato a diventare la residenza del richiedente.

A differenza delle altre linee di credito concesse dall'Inpdap, il piccolo prestito fa parte dei prestiti personali. L'iscritto non deve quindi presentare alcuna giustificazione di spesa, né motivare la richiesta di credito. La durata del finanziamento può andare da uno a quattro anni e l'importo erogabile è definito in base alla durata del piano di ammortamento e al reddito percepito dal richiedente.

Piccolo prestito Inpdap importi e tassi

Per ogni anno di durata del piano di rimborso è possibile ottenere una somma pari a una mensilità media percepita, al netto delle tasse. Nel caso in cui il richiedente non abbia in corso altri prestiti, l'importo erogabile può essere raddoppiato. Per un prestito annuale sarà possibile quindi ottenere un importo pari a due mensilità medie nette, per uno biennale quattro mensilità medie, e così via.

 

In ogni caso i piccoli prestiti Inpdap prevedono un piano di ammortamento a rate mensili e il tasso di interesse applicato è del 4,25%. Oltre al Tan i piccoli prestiti sono soggetti ad un aliquota per le spese di amministrazione pari allo 0,5% e una per il premio fondo rischi, stabilita in base alla durata del finanziamento e all'età dell'iscritto, al momento della sottoscrizione del contratto.

Il rimborso del prestito avviene tramite cessione del quinto dello stipendio, o della pensione. La rata mensile da corrispondere non potrà quindi superare la quinta parte del reddito percepito al netto delle tasse.

Come richiedere un piccolo prestito Inpdap

Come ottenere i piccoli prestiti Inpdap? Gli iscritti in attività di servizio possono presentare le domande esclusivamente tramite l'Amministrazione di appartenenza, che provvederà poi ad inoltrarle in via telematizzata. I pensionati Inpdap devono invece inoltrare la richiesta di credito seguendo al procedura di invio online predisposta sul sito ufficiale dell'Inps.

I modelli prestampati per la richieste dei piccoli prestiti sono disponibili in tutte le sedi Inpdap e nella sezione “Modulistica” del sito Inps, accessibile tramite il percorso: Home - Modulistica

 

Maggiori informazioni qui: