Prestiti Inpdap quanto tempo passa dalla domanda all’erogazione

Prestiti Inpdap tempi di erogazione del credito

Prestiti Inpdap quanto tempo ci vuole per ottenerli? Quando si parla di prestiti Inps ex Inpdap si fa riferimento a prodotti a condizioni agevolate erogati in favore di dipendenti e pensionati pubblici. Ma quanto tempo serve per accedere al credito?

La questione dei tempi di erogazione è un punto molto importante ai fini della valutazione dell’offerta prestiti Inpdap. Quando ci si trova a dover richiedere un prestito, infatti, tempi di erogazione troppo dilatati possono rappresentare un problema per chi ha necessità di liquidità immediata. Situazione in cui possono trovarsi i dipendenti e pensionati pubblici che richiedono i prestiti ex Inpdap.

Quando si affronta la questione prestiti Inpdap quanto tempo è necessario però fare una distinzione tra prestiti diretti e prestiti garantiti. I primi sono finanziamenti concessi direttamente dalla Gestione Dipendenti Pubblici dell’Inps.

I prestiti garantiti invece sono erogati da banche e società finanziarie in convenzione con l’ente. I tempi di erogazione variano a seconda che si richieda un prestito diretto o garantito.

Piccoli prestiti e prestiti pluriennali Inpdap tempi di erogazione

I prestiti diretti Inps ex Inpdap sono concessi dall’Istituto tramite un apposito Fondo di credito, la Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. Si tratta di un fondo a cui sono obbligatoriamente iscritti i dipendenti pubblici in attività di servizio.

I prestiti Inpdap diretti si distinguono in due categorie: piccoli prestiti e prestiti pluriennali. I primi rientrano nella categoria dei prestiti personali e possono durare da 12 a 48 mesi. La somma finanziabile viene definita in base al reddito del beneficiario. È possibile infatti ottenere una somma massima pari a otto mensilità di stipendio o pensione percepito dal richiedente. Il tasso è del 4,25%.

 

I prestiti pluriennali invece sono prodotti finalizzati, ossia concessi dall’Inps esclusivamente per far fronte a specifiche spese. La somma finanziabile viene definita in base alla finalità del prestito. Per quanto attiene al piano di rimborso invece sono previste due pezzature, 5 o 10 anni. Il tasso è del 3,5%.

Sia per i piccoli prestiti che per quelli pluriennali, la domanda deve essere trasmessa per via telematizzata. I moduli di domanda sono disponibili in formato Pdf sul sito ufficiale dell’Inps.

Per la trasmissione della domanda i dipendenti pubblici in attività di servizio devono rivolgersi all’Amministrazione di appartenenza. I pensionati invece possono utilizzare l’apposito online per inviare la richiesta autonomamente.

Passiamo quindi alla questione dei tempi di erogazione. Per i piccoli prestiti sono solitamente necessari 60 giorni a partire dalla data di ricezione della domanda. Quanti richiedono i prestiti pluriennali invece devono attendere all’incirca 90 giorni, sempre a far data dal momento in cui l’Inps riceve la domanda.

Prestiti garantiti Inpdap richiesta e tempi di erogazione

Continuiamo a parlare di prestiti Inpdap quanto tempo per l’erogazione prendendo in esame i prestiti garantiti ex Inpdap. Ricordiamo che in questo caso si tratta di prestiti erogati da banche e finanziarie convenzionate con l’Inps, ma garantiti dall’ente previdenziale.

Date le loro caratteristiche, i prestiti garantiti prevedono tempi di erogazione solitamente più dilatati rispetto ai tradizionali prestiti personali presenti nel mercato. I moduli di domanda sono disponibili sul sito ufficiale dell’Inps, in formato Pdf.

La richiesta deve essere trasmessa all’Inps per il tramite dell’amministrazione di appartenenza. L’ente previdenziale inoltra poi la richiesta alla banca mutuante e valuta gli atti prima di decidere se concedere o meno la garanzia sul prestito. I tempi erogazione variano da banca a banca.

 

Maggiori informazioni qui: