I vantaggi del prestito doppio Inpdap 2019: fino a 8 mensilità di stipendio con tasso al 4,25%

Piccoli prestiti in doppia mensilità 2019: cosa sono e chi può ottenerli

Nel corso del 2018 le richieste di piccoli prestiti sono cresciute sensibilmente. Diverse analisi condotte da portali che si occupano di finanziamenti hanno messo in luce la tendenza dei contribuenti italiani a ricorrere a prestiti di piccolo importo, al di sotto dei 5 mila euro. Questi finanziamenti sono richiesti per affrontare spese improvvise, ma anche per rispondere alle esigenze quotidiane. E in questo scenario dipendenti e pensionati pubblici sono senza dubbio avvantaggiati: possono richiedere un prestito doppio Inpdap.

Con l’espressione prestito doppio Inpdap si fa riferimento a piccoli prestiti Inpdap concessi in doppia mensilità. Linee di credito, i piccoli prestiti, che consentono di ottenere credito a tasso agevolato per affrontare spese che rientrano nelle quotidiane esigenze familiari. I finanziamenti di questo genere sono riservati ai dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali dell’Inps.

Ai fini dell’accesso al credito non sono previsti ulteriori requisiti oltre all’iscrizione alla Gestione Unitaria. A garanzia del credito è sufficiente la presenza di una busta paga o una pensione mensile da cui detrarre la rata mensile. Nello specifico però il piccolo prestito Inpdap viene concesso in doppia mensilità solo se il richiedente non ha in corso trattenute sulla busta paga o sullo stipendio. In caso contrario è possibile ottenere solo prestiti in singola mensilità.

 

Cosa significa? I piccoli prestiti prevedono la concessione di somme pari a due mensilità di stipendio/pensione per ogni anno di durata del rimborso. Ipotesi in cui si parla di prestito doppio Inpdap. Se a richiedere il finanziamento è un dipendente o pensionato pubblico con in corso trattenute su stipendio o pensione, l’Inps eroga piccoli prestiti con importo pari a una mensilità per ogni anno di durata.

Tasso di interesse e domanda online dei piccoli prestiti Inpdap

I piccoli prestiti Inps ex Inpdap possono durare 12, 24, 36 o 48 mesi. Vale a dire che richiedendo un piccolo prestito Inpdap in doppia mensilità è possibile ottenere al massimo 8 mensilità di stipendio o pensione al netto delle tasse. Il tasso (Tan) è fisso al 4,25% a prescindere dalla durata del piano di ammortamento.

La domanda di finanziamento va trasmessa per via telematizzata. La procedura varia a seconda che il richiedente sia un dipendente o un pensionato pubblico. I dipendenti devono inviare la domanda tramite l’Amministrazione di appartenenza, oppure utilizzando i servizi del portale NoiPA. Ai pensionati sono riservate diverse alternative: inviare la domanda autonomamente tramite il sito inps.it oppure richiedere l’assistenza del Contact Center Inps o di un patronato abilitato dall’Inps.

 

Maggiori informazioni qui: