Guida alla stampa mutuo Inpdap bollettino MAV

Mutuo Inpdap a tasso fisso e variabile, come avviene il rimborso

I mutui Inps ex Inpdap sono finanziamenti riservati a dipendenti e pensionati pubblici e consentono l’accesso al credito a condizioni agevolate. L’erogazione avviene direttamente ad opera dell’ente previdenziale, non coinvolgendo istituti di credito, ma le modalità di rimborso (mutuo Inpdap bollettino MAV o addebito su conto) variano a seconda dei casi.

In base a quanto stabilito dal nuovo regolamento, non sempre il pagamento delle rate di ammortamento avviene tramite MAV. Il rimborso mutuo Inpdap bollettino MAV è previsto solo per chi sottoscrive finanziamenti a tasso variabile.

Per i mutui con interesse fisso, l’Inps applica l’addebito diretto sul conto corrente (bancario o postale) del beneficiario. Nello specifico, il beneficiario non ha possibilità di scelta perché l’Inps impone (a chi stipula mutui a tasso fisso) la sottoscrizione di una delega per l’addebito sul conto delle rate, tramite SEPA o RID.

Come scaricare i MAV per il pagamento dei mutui Inpdap 2020

 

Come abbiamo visto, per i mutui a interesse fisso il pagamento avviene in automatico, ma come fare invece per scaricare la modulistica mutuo Inpdap bollettino MAV? La procedura è a portata di click, dato che ogni iscritto all’Inps può scaricare autonomamente i modelli MAV relativi al proprio mutuo.

È necessario però disporre del codice Pin Inps di tipo dispositivo. L’utente in possesso del Pin deve quindi collegarsi con il portale Inps.it e fare click dalla home page sul pulsante “Tutti i servizi”. A questo punto bisogna navigare tra le sezioni fino a raggiungere il servizio online denominato “Gestione dipendenti pubblici: servizi per Lavoratori e Pensionati”.

Una volta effettuato il login con Pin Inps e codice fiscale, è possibile visionare e stampare il MAV necessario per il pagamento della rate trimestrale del mutuo. Il download è possibile tramite la sezione “Servizi GDP”, da cui p necessario filtrare i risultati per area tematica e selezionare la voce “Credito”. Ricordiamo che l’Inps può in qualsiasi momento modificare le modalità di riscossione dei mutui.

 

Maggiori informazioni qui: