Come effettuare il calcolo rata prestiti Inpdap Prontuario online

Cosa sono e come utilizzare le tabelle prestiti Inpdap 2018

I prestiti Inpdap sono finanziamenti a tassi di interesse agevolato concessi dall’Inps in favore di dipendenti e pensionati pubblici. Prodotti che danno accesso a somme anche elevate con le quali affrontare spese di varia natura. Prima di presentare una richiesta però è consigliabile fare il calcolo rata utilizzando le tabelle prestiti Inpdap prontuario.

Il Prontuario prestiti Inpdap è un insieme di tabelle messe a disposizione dall’Inps in cui sono raccolte sinteticamente tutte le caratteristiche dei prestiti Inpdap diretti. Finanziamenti che sono concessi direttamente dall’Inps e che si distinguono in due categorie: piccoli prestiti e prestiti pluriennali.

Utilizzando le tabelle è possibile effettuare il calcolo della rata del finanziamento Inps ex Inpdap che si desidera richiedere. Le tabelle prestiti Inpdap Prontuario si compongono infatti di 6 tavole finanziarie, una per ogni combinazione prestito-durata presente nell’offerta Inps ex Inpdap. Ricordiamo infatti che i piccoli prestiti possono durare 12, 24, 36 o 48 mesi, mentre quelli pluriennali possono durare 5 o 10 anni.

Ogni tavola prende in esame un ampio ventaglio di importi finanziabili, in modo che sia possibile per ogni richiedente valutare le spese a cui andrebbe incontro richiedendo il prestito.

Come consultare le tabelle prestiti Inpdap pdf

 

Ora che abbiamo visto quali sono le caratteristiche generali delle tavole che compongono il Prontuario Prestiti Inpdap, vediamo come consultarlo. Il Prontuario è disponibile in formato Pdf sul sito ufficiale dell’Inps.

Per visualizzare il file è sufficiente fare click su questo collegamento.

Prestiti Inpdap simulazione: esempio di calcolo rata

Facciamo infine una simulazione di calcolo rata con prestiti Inpdap Prontuario. Ipotizziamo di voler richiedere un finanziamento da 5 mila euro con rimborso in 3 anni.

In questo caso abbiamo un tasso di interesse (Tan) pari al 4,25% e una rata pari a 148,00 euro. Le spese di amministrazione si attestano invece a 25,00 euro, mentre gli interessi di differimento sono pari a 25,95 euro. Il premio per il Fondo di Garanzia varia invece a seconda dell’età del richiedente.

 

Maggiori informazioni qui: