Tutto sui prestiti Inps Inpdap dipendenti pubblici, tassi e calcolo rata

Offerta prestiti Inpdap dipendenti pubblici

Quando si parla di accesso al credito, dipendenti e pensionati pubblici possono fruire di un canale agevolato. Si tratta dei prestiti Inps Inpdap dipendenti pubblici. Finanziamenti a tassi di interesse agevolati che permettono di ottenere somme anche elevate con le quali far fronte a spese piccole e grandi.

A differenza di quanto accade con i prestiti in convenzione, i prestiti Inps ex Inpdap sono linee di credito erogate direttamente dall’ente previdenziale non è quindi previsto l’intervento di banche o società finanziarie.

I prestiti Inps Inpdap dipendenti pubblici vengono infatti erogati tramite in apposito Fondo credito, la Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. Il fondo è alimentato dai versamenti obbligatori degli iscritti e solo questi ultimi possono beneficare dei finanziamenti agevolati concessi. Fatta questa premessa vediamo come si compone l’offerta prestiti Inps ex Inpdap e quali sono i requisiti da rispettare per ottenerli.

Condizioni, importo finanziabile e tassi 2018

I prestiti Inps Inpdap dipendenti pubblici si dividono in due categorie di prodotti: piccoli prestiti e prestiti pluriennali. I primi sono pensati per far fronte a spese familiari o personali improvvise. Richiedendo un piccolo prestito Inpdap è possibile ottenere fino a un massimo di otto mensilità di stipendio o pensione percepite dal richiedente.

Il rimborso avviene in un massimo di 48 mesi e il tasso di interesse è fisso al 4,25%. Le rate hanno cadenza mensile e importo costante. In sede di domanda non è necessario presentare particolari documentazioni.

 

I prestiti pluriennali invece sono finanziamenti pensati per affrontare spese importanti. Sono concessi dall’Inps solo a fronte di specifiche motivazioni, rientranti tra quelle previste dal Regolamento Prestiti Inps.

La somma finanziabile varia a seconda della capacità di rimborso del beneficiario e la finalità del mutuo. Per l’acquisto della casa ad esempio è possibile ottenere fino a 150 mila euro. Il rimborso avviene in 5 o 10 anni e il tasso di interesse è sempre fisso al 3,5%.

Ricordiamo che sia i piccoli prestiti che i prestiti pluriennali sono accessibili a dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

Richiesta e calcolo rata prestiti Inpdap

Ora che abbiamo visto quali sono le condizioni dei prestiti Inps Inpdap dipendenti pubblici, passiamo alla questione della richiesta. I prestiti Inpdap possono essere richiesti per via telematizzata utilizzando gli appositi servizi messi a disposizione sul sito ufficiale dell’Inps.

Sul sito ufficiale dell’Inps è presente anche un servizio che consente di effettuare la simulazione della rata mensile del prestito. L’applicazione, accessibile senza Pin Inps, consente di conoscere tutti i prestiti Inps ex Inpdap accessibili all’utente. Per ciascun prestito proposto sono indicate tutte le principali caratteristiche del finanziamento: tasso, rata, spese, ecc.

 

Maggiori informazioni qui: